Menu

Come funziona il forex

come funziona il forex

Hai sentito parlare del mercato delle valute. Sai già anche, che facendo delle relativamente semplici operazioni di acquisto e vendita online puoi guadagnare (ma anche perdere) somme di denaro. Ma, dato che sei alle prime armi, vuoi approfondire ulteriormente l’argomento e capire veramente come funziona il forex.

Se è così, tutto quello che devi fare è prenderti dieci minuti del tuo tempo e decarmi un attimo della tua attenzione. Ti assicuro che se lo fai, pur non essendo un trader, sarai in grado di comprendere a fondo i meccanismi  che stanno alla base del forex.

Il mercato di  scambio delle valute

Prima di parlare di trading è necessario parlare del Foreign Exchange Market, il mercato di scambio delle valute estere, detto anche forex o FX. La parola forex non è altro che l’abbreviazione di foreign exchange che è lo scambio di una valuta per un’altra o la conversione di una valuta in un’altra valuta.

Ma gli scambi di valuta si riferiscono anche al mercato globale in cui è possibile scambiare una valuta per un’altra, in cui le valute vengono scambiate praticamente in ogni momento e mercato, e cui di solito ci si riferisce come “forex” e occasionalmente anche come “FX”. Il forex è il mercato più grande del mondo in termini di valori scambiati. I maggiori centri dove avvengono questi scambi sono New York, Londra, Tokyo, Singapore.

La copertura dei rischi nelle operazioni di compravendita a termine con cui l’operatore si cautela dall’eventualità di variazioni del prezzo.

Inizialmente, il mercato delle valute veniva utilizzato solo ai fini dell’ hedging (copertura del rischio), ovvero per proteggere gli stati, le banche e le normali aziende dalle fluttuazioni dei valori delle singole monete sul mercato internazionale. Questa origine non speculativa del mercato delle valute è importante, perché ci fa capire due cose. Fa capire come il forex,

  • non nasce come un “luogo” per  fare delle speculazione, che all’inizio erano addirittura vietate;
  • da un punto di vista operativo ha delle caratteristiche tali che, lo rendono estrememente diverso da altri mercati in cui al giorno d’oggi operano anche degli speculatori.

La prima caratteristica che contradistingue il forex, quella che attrae molti piccoli trader (per piccoli trarre, intendo  quelli  che hanno  a disposizione dei capitali molto limitati, inferiori a qualche milione di euro) è che offre la possibilità di operare con  quella che viene tecnicamente chiamata la leva finanziaria o “leverage”,  la quale leva  consente di muovere grosse quantità di capitali utilizzando un piccolo margine.

Il margine è la quantità di denaro che deve essere presente su tuo conto perché tu possa operare sui mercati finanziari, – quello FX, ma anche quello dei futures, delle opzioni binarie e delle azioni –  in tutte quelle situazioni in cui si opera si fa uso della leva finanziaria.  Detto in altre parole, il margine è definito come quel deposito in buona fede  che viene richiesto per aprire e per manternere aperte le posizioni. La determinazione dell’ammontare del margine viene fatta dal broker e da tutte le istituzioni che stanno a monte.  In quanto trader tu sei soggetto al margine “imposto” dal tuo broker.

Ed è appunto utilizzando la leva finanziaria un soggetto ha la possibilità di acquistare o vendere attività finanziarie per un ammontare superiore al capitale che dispone effettivamente e quindi di beneficiare di un rendimento potenziale maggiore, o, rischiare perdite molto significative in rapporto all’investimento effettivamente fatto in una determinata operazione

Funzionamento del mercato forex

Come tanti altri mercati finanziari, anche il forex funziona secondo i meccanismi delle aste.

Dopo aver  ricordato che -nel forex- il tasso di cambio può essere definito come il prezzo di una di una moneta che si può acquistare con una diversa unità di moneta, cioè il prezzo di una valuta rispetto ad un’altra valuta, occorre evidenziare che in genere il valore del cambio è determinato dalla domanda e dall’offerta: “in genere”, perché ci sono alcune situazioni in cui il tasso di cambio è fissato dalla banche centrali.

Tranne che nelle situazioni in cui il tasso di cambio è fissato dalle banche centrali, gli istituti che decidono le politiche monetarie dei paesi, il valore del cambio è definito, istante per istante, grazie ad un meccanismo d’asta.

Dal momento che il dollaro americano (USD) è la valuta che storicamente ha dominato sui mercati finanziari, i tassi di cambio sono espressi prevalentemente in dollari USA, ma questa non è una limitazione è solo un’usanza, un’abitudine tra gli operatori di mercato. Per questa ragione sentirai spesso parlare di cambio Euro – Dollaro (EUR-USD) piuttosto che di cambio Dollaro – Euro.

Il tasso di cambio è il riflesso di un’infinità di fattori che fan si che grosse quantità di capitale vengano trasferite da una moneta all’altra (con conseguente variazione del tasso di cambio, visto che il prezzo è determinato con la legge della domanda e dell’offerta). I fattori principali che fanno variare il tasso di cambio sono, -i tassi di interesse, -i dati macroeconomici, -le notizie di carattere economico in particolare le dichiarazioni si soggetti, enti o persone,  “importanti” in ambito finanziario internazionale, -le aspettative che gli operatori finanziari hanno circa il futuro.

Chi opera sul mercato FOREX?

Da un punto di vista pratico…

Tu che sei un piccolo operatore (piccolo perché non dei capitali in grado di incidere sul tasso di cambio) puoi perciò capite in base a quanto abbiamo detto che,

  • il tasso di cambio varia continuamente: in un determinato momento una coppia di valute e scambiata a 1,2122; un secondo dopo a 1,2130.
  • grazie alla leva finanzia anche delle piccole variazioni di cambio consento di avere ampie oscillazioni sul “conto” che hai presso il tuo broker.
  • teoricamente il mercato forex è un gioco a somma zero: nella teoria dei giochi si definisce gioco a somma zero quella situazione in cui il guadagno o la perdita di un partecipante è perfettamente bilanciato da una perdita o un guadagno di un altro partecipante per cui laddove un partecipante vince una somma, un’altro perde una somma uguale.
  • il forex è un mercato internazionale con migliaia di operatori che, ogni istante, “scommettono” sulla direzione futura dei cambi. Tra questi operatori sono presenti,  -i piccoli traders come te, -i traders delle grosse banche speculative o quelli degli hedge funds  (fondi comuni di investimento privati amministrati da società),- i traders delle banche centrali,  -le aziendi multinazionali che usano il mercato forex per gestire i rischi cambio.